Emergenza sanitaria – misure urgenti di solidarietà alimentare

Pubblicata il 20/04/2020

A partire da lunedì 6 aprile 2020 sarà possibile distribuire i buoni alimentari così come previsto dall’ordinanza della Protezione Civile Nazionale (ordinanza n. 658 del 29.03.2020) per l’acquisto di spesa e generi di prima necessità per i cittadini in difficoltà, negli esercizi che aderiranno al progetto.

I buoni verranno consegnati a domicilio dagli operatori del Comune di San Fior  da lunedì 6 aprile in base alle prenotazioni che potranno essere raccolte compilando l’autodichiarazione qui allegata (con possibilità di assistenza telefonica per la compilazione chiamando il numero 0438-266560 attivo il lunedì dalle 08.00 alle 10.00 e dalle 16.30 alle 18.15; il mercoledì dalle 08.00 alle 10.00 e dalle 12.00 alle 13.30; il giovedì e il venerdì dalle 08.00 alle 10.00) e inviandola compilata, sottoscritta e munita di un documento valido di identità personale all’indirizzo mail assistenza@comune.san-fior.tv.it

I buoni, spendibili fino al 31 luglio 2020, sono cumulabili; sono personali (ovvero: utilizzabili solo dal titolare indicato sullo stesso buono o suo delegato), non trasferibili, né cedibili a terzi, non convertibili in denaro contante e pertanto non frazionabili; i titoli di acquisto non daranno diritto a resto e non potranno essere utilizzati per l’acquisto di bevande alcoliche o tabacchi. Avranno un taglio del valore di 100, 60 e 40 euro riservati esclusivamente all’acquisto di beni alimentari e generi di prima necessità. Al momento della spesa i cittadini in possesso del buono consegneranno al negoziante il titolo di acquisto il quale verrà poi trattenuto dall’esercizio commerciale per la timbratura e la restituzione all’Ente munito di copia dello scontrino fiscale.

Il contributo massimo, destinato a coprire un fabbisogno bi-settimanale, sarà di 140 euro per i nuclei familiari composti da una sola persona, di 260 euro per i nuclei composti da due persone, di 360 euro per i nuclei composti da tre persone, di 440 euro per i nuclei composti da quattro persone e di 500 euro per i nuclei composti da cinque o più persone.

Nel sito web del Comune verrà pubblicato l’elenco degli esercizi pubblici e delle farmacie aderenti.

I beneficiari del buono alimentare potranno essere in via di priorità:

  • i nuclei familiari o persone singole già in carico al Servizio Sociale comunale per situazioni di criticità, fragilità, multi-problematicità, con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico;
  • i nuclei familiari monoreddito il cui titolare abbia richiesto trattamento di sostegno al reddito o il datore di lavoro abbia richiesto ammissione al trattamento di sostegno del reddito, ai sensi del D.L. 18/2020, o il datore di lavoro abbia sospeso e/o ridotto l’orario di lavoro per cause non riconducibili a responsabilità del lavoratore;
  • le persone segnalate dai soggetti del Terzo Settore che si occupano di contrasto alla povertà;
  • le persone che non sono titolari di alcun reddito.
In presenza di risorse saranno valutati positivamente i nuclei familiari beneficiari di Reddito di Inclusione o di Reddito di Cittadinanza, sulla base dei bisogni rilevati nell’ambito dell’analisi preliminare o del quadro di analisi, con priorità per chi fruisce di un minore beneficio.
 

Saranno valutati positivamente i nuclei familiari che dispongono di una giacenza bancaria/postale, alla data del 29.03.2020, non superiore a 5.000,00 euro.


Scarica le direttive per l'accesso al contributo e il modulo per accedervi.


Allegati

Nome Dimensione
Allegato 2020 criteri accesso Covid 19.pdf 263 KB
Allegato Autocertificazione contributo Prot Civ.pdf 300.54 KB


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto